Ultima modifica: 23 aprile 2015
> Storia della scuola

Storia della scuola

L’Istituto Comprensivo Statale “Luigi Pirandello” è nato nell’anno scolastico 2000/2001.

Nel corso di questi anni le dimensioni sono cambiate: la scuola primaria ha attualmente 5 plessi scolastici e la scuola dell’infanzia è passata da tre a quattro plessi scolastici da settembre 2013.

L’istituzione della scuola secondaria di primo grado “L. Pirandello” di Via Nanterre di Pesaro, che va ad aggiungersi alla scuola Sec. “F. Barocci” di Mombaroccio, dimostra quanto questa realtà sia molto vitale, pronta a cogliere i segnali del cambiamento e disponibile a prendersi cura delle diversità attraverso percorsi che valorizzano i talenti di ciascuno e le intelligenze, le sensibilità e le competenze meno comuni, sempre all’avanguardia nell’utilizzo di metodologie didattiche innovative, molto attenta all’apprendimento delle lingue europee e all’uso delle nuove tecnologie.

L’attuale dirigenza ha mantenuto la linea di continuità con le migliori esperienze degli anni precedenti e, con un’azione tesa a valorizzare le diverse professionalità, ha dato ulteriore impulso alle innovazioni didattiche e organizzative che hanno fatto dell’Istituto una punta avanzata del sistema di istruzione a livello regionale.

L’Istituto ha ottenuto la certificazione di qualità sulle metodologie di insegnamento e apprendimento delle lingue partecipando al concorso “LABEL – L’Europa cambia la scuola”.

L’Istituto Pirandello è la prima scuola d’eccellenza  certificata Dymo/Mimio  in Italia. Tale onorificenza è stata elargita il 28marzo 2011 alla presenza della autorità. Il seminario d’inaugurazione dedicato alle moderne tecnologie didattiche abbinate alle LIM ha avuto come tema  “LIM e dintorni: iniziamo dalle prove iNVALSI”.

Attraverso i molteplici progetti didattici e formativi realizzati nel corso degli anni, i docenti dell’Istituto hanno sempre lavorato in modo unitario, attraverso i Dipartimenti disciplinari, indipendentemente dal grado di scuola di appartenenza, per cui i principi, le finalità e i valori espressi oggi dal Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) sono veramente frutto del lavoro comune e condivisi da tutti.